Il Viaggio dei Confini
Cile e Peru' con Moto Guzzi Stelvio

Quasi 6.000 km, toccando le altitudini di Machu Picchu. E’ la nuova sfida di una coppia di super guzzisti, dal 29 dicembre al 19 gennaio 2018, con tappa alla Parigi-Dakar.

 

Entusiasmante viaggio-avventura per una coppia di super Guzzisti: Eduardo Lo Vacco e Barbara Pesce. Alla vigilia della partenza, è lei a raccontarci la loro nuova sfida.

 

IL PROGETTO DI VIAGGIO
“In sella alla nostra Moto Guzzi Stelvio NTX 1200 viaggeremo tra Cile e Peru, da Valparaiso al lago Titicaca/Machu Picchu e ritorno. Abbiamo spedito la moto in un container un mese fa, dopo averla allestita per poter affrontare i quasi 6.000 km previsti, e altitudini di oltre 2.000 metri, in soli 20 giorni.

L'esperto è il mio compagno Eduardo Lo Vacco, lui è il pilota, manutentore, esperto Guzzista (opinion maker nella community dei motociclisti), appassionato di moto d'epoca. Con questo roundtrip dimostreremo, semmai ve ne fosse bisogno, l’idoneità di Moto Guzzi Stelvio, e la comodità che offre, nell'affrontare viaggi di ogni tipo con pari, anzi superiori, prestazioni di altre moto competitors. Un modello che merita!.

Abbiamo ideato il percorso con circa una media di 600 km al giorno, calcolando la disponibilità di carburante e di possibilità di rifornimento. Il confine tra il Cile e il Peru non sarà l'unico da noi attraversato in moto, ma di certo è per ora quello più significativo. Contiamo di incrociare il distributore Moto Guzzi di Santiago del Cile, Gildemeister Motos (www.gildemeistermotos.cl) e anche qualche club dell’Aquila.

Per questo viaggio, sulla nostra Stelvio sono stati installati serbatoi supplementari da 12 litri, le borse originali sono state rinforzate con aggiunta di supporto tanica olio e benzina. E' stata aggiornata la distribuzione, le gomme sostituite con Heidenau K60 Scout, prese in Germania. Sostituito anche il paramotore di alluminio con un altro in acciaio aeronautico ad alta resistenza. Noi partiamo sempre informando il nostro meccanico Moto Guzzi di riferimento, sicuramente tra i migliori: Tiberio Farneti, dell’Opificio Rimini. E’ un grande, è capace di ‘sistemare’ una Moto Guzzi...al telefono. Per noi è una certezza. Tenetene conto, amici Guzzisti, è certamente da conoscere!.

La partenza è fissata per il 29 dicembre 2017 con arrivo il 30 dicembre a Santiago del Cile. La moto ci aspetta a Valparaiso. Il ritorno è previsto per il 18 gennaio 2018 con arrivo il 19 a Roma Fiumicino. Capodanno? A La Serena, in Cile! E, per aggiungere un brivido in più al nostro viaggio-avventura, prevediamo una tappa alla Parigi-Dakar il prossimo 11 gennaio 2018”.

 

NOI E LA NOSTRA STELVIO
“Io sono di Terni, e sono un consulente aziendale nell'ambito del Welfare e benessere organizzativo...quando non sono in sella! Eduardo è di Viterbo: è militare maresciallo dell'Aviazione Esercito, nello specifico elicotterista specialista (con missioni estere all’attivo). La nostra Moto Guzzi Stelvio NTX 1200 è del 2011. E’ di nostra proprietà dal 2013, e ce la siamo andata a prendere fino in Sicilia. La moto del nostro primo viaggio? Moto Guzzi Centauro (bellissimo) anno 2009. Con la Stelvio abbiamo vissuto un bel ride in Bosnia Sarajevo e Croazia. Andata in nave con partenza da Ancona e ritorno via terra. Abbiamo fatto anche Grecia e Turchia/Istanbul, con arrivo in nave in Grecia. Di ritorno dalla Turchia abbiamo avuto una disavventura: abbiamo dovuto effettuare una frenata improvvisa, la Stelvio si è fermata senza alcun sbandamento, né cedimento, stabile, forte e sicura. Siamo stati tamponati, ma grazie al paramotore, alle borse rinforzate e all’abbigliamento tecnico di protezione Moto Guzzi ne siamo usciti indenni. Poi altri viaggi in Corsica, Costiera Amalfitana, Sicilia. Chiaramente Mandello del Lario, patria di Moto Guzzi! Finora abbiamo percorso 40 mila km sulla Stelvio. E continuiamo...”.