Canottieri Moto Guzzi, è titolo iridato ai mondiali di Plovdiv.

L’Italia del canottaggio fa festa sulle sponde del Maritza River.

L’Italia del canottaggio fa festa sulle sponde del Maritza River, che è letteralmente esploso per la vittoria del titolo mondiale assoluto da parte del quattro di coppia senior. Ma la festa si è estesa anche alla Canottieri Moto Guzzi, perché, di questo favoloso equipaggio, il carrello n. 3 è occupato dal nostro grande Andrea Panizza, tesserato Canottieri Moto Guzzi in abbinamento con il corpo sportivo delle Fiamme Gialle. Con lui i compagni Filippo Mondelli (Fiamme Gialle/SC Moltrasio), Luca Rambaldi (Fiamme Gialle) e Giacomo Gentili (Fiamme Gialle/SC Bissolati).

 

Hanno tagliato il traguardo davanti a tutti, dopo essere stati sempre in testa, con 1”20 sull’Australia, seconda davanti all’Ucraina che, da parte di chi non conosceva la forza dei nostri ragazzi, era data per vincente.

 

Una medaglia d’oro che arriva a 20 anni esatti dall’oro mondiale di Colonia 1998 (Alessio Sartori, Rossano Galtarossa, Alessandro Corona e Agostino Abbagnale) ed a 18 dall’oro olimpico di Sydney 2000 (Simone Raineri, Alessio Sartori, Rossano Galtarossa, e Agostino Abbagnale).

 

Prima di Andrea, un altro grande atleta della Canottieri Moto Guzzi – Piero Poli – sul quattro di coppia aveva vinto l’Olimpiade del 1988 a Seul. Nel 2020 le prossime Olimpiadi si disputeranno a Tokio. Come nel 1988 saranno in estremo oriente. Come avvenne per Piero Poli, Andrea potrà contare ancora, come in questa occasione, dei consigli del nostro grande vecchio, ma sempre giovane nello spirito, Giuseppe Moioli. Vediamo in questa vittoria tante analogie, quantomeno per raggiungere la qualificazione alla prossima massima manifestazione dello Sport Mondiale.

 

Grazie Andrea per il tuo impegno e complimentissimi per questo grande risultato a te ad ai tuoi compagni, nonché a tutte le persone che hanno contribuito a raggiungerlo.